Porretta Soul Festival XXX edizione: sull’Appennino il top della black music

Un programma ricchissimo che vedrà il meglio del rhythm & blues in concerto

Grande festa per i trent’anni di Porretta Soul. Dal 20 al 23 luglio prossimi Porretta Terme ospiterà i grandi della musica nera. Tra gli altri Carla e Vaneese Thomas per i 100 anni di Rufus, la Original James Brown Band, Ricky Fantè, Bernard “Pretty” Purdie, Rob Paparozzi, Wee Wilie Walker, Willie Hightower, Scott Sharrard e Davel Crawford. Per festeggiare alla grande i trenta anni di attività, Porretta Terme proporrà una vera e propria carrellata generale delle città americane dove il soul e rhythm & blues sono nati e si sono sviluppati a grandi livelli. Quest’anno si celebrano anche i 100 anni della nascita di Rufus Thomas, a cui Porretta ha dedicato il parco con l’anfiteatro che ospita il festival, con il ritorno inatteso di Carla Thomas che torna eccezionalmente sulle scene assieme alla sorella Vaneese, assistente e corista di Aretha Franklin. Carla e Rufus Thomas furono tra i primi artisti ad incidere alla Stax di Memphis e i duetti con Otis Redding restano memorabili. Il cartellone è ricchissimo con il funky della Original James Brown Band per una reunion che vedrà di nuovo insieme Fred Wesley, Martha High, l’M.C. “The Capeman” Danny Ray, il bassista Fred Thomas e tanti altri. Ritorno esclusivo sulle scene di Ricky Fanté che ha scelto Porretta per un rilancio mondiale. Per gli amanti del suono di Muscle Shoals (Alabama) direttamente dagli studi Fame il leggendario Willie Hightower e Scott Sharrard, band leader della Gregg Allman Band. Il suono della Goldwax di Memphis è affidato al veterano Wee Willie Walker e all’attuale “Reigning Queen of Beale Street” Barbara Blue.

Info: www.porrettasoulfestival.it

 

BENTIVOGLIO

Visita al Mulino al Palazzo Rosso e al Castello

Appuntamento sabato 24 giugno alle ore 10 con la visita al Mulino, al Palazzo Rosso e al Castello dei Bentivoglio. A pochi minuti dalla città di Bologna, nella località che deve il proprio nome alla Signoria Bolognese, è possibile ammirare tre splendidi edifici che conservano e tramandano la storia della campagna bolognese. Un castello rinascimentale fatto erigere da Giovanni II Bentivoglio, un trecentesco mulino e un moderno palazzo in liberty bolognese sono il patrimonio storico e artistico a cui è possibile accedere una volta al mese grazie a una visita guidata. La partecipazione è anche l’occasione per contribuire al recupero del patrimonio storico e artistico del comune di Bentivoglio.

Info: turismoinpianura.cittametropolitana.bo.it

 

APPUNTAMENTO IL 6 E IL 20 GIUGNO

San Lazzaro: solo prodotti della terra biologici e sempre a chilometri zero

Per ritrovare lo spirito dei mercati di un tempo, l’appuntamento con i prodotti della terra sani, biologici e locali del BioMercato Villa Serena è il 6 e il 20 giugno dalle 16 alle 20 a San Lazzaro. In programma anche eventi collaterali di intrattenimento.

Info: www.sanlazzaroebio.wordpress.com

 

 

 

 

TRECENTO GLI ESPOSITORI ATTESI

I Portici di Medicina alla ricerca del miglior antiquariato

Sono 300 gli espositori al mercatino “I Portici di Medicina”. Come da tradizione, l’appuntamento è anche nella prima domenica del mese di giugno nel centro storico. L’occasione per andare alla ricerca di quel pezzo di arredamento così tanto desiderato.

Info: www.antiquariatoiportici.it

 

 

 

 

 

La storia della Formula 1 è adesso in mostra a Imola

In mostra anche la Ferrari di Alboreto

Fino al 12 giugno al Museo “Checco Costa” dell’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola è visitabile la mostra “Imola Formula Uno 1963-2006: la storia continua”. Si tratta di un vero e proprio viaggio nel tempo, un percorso emozionale negli anni d’oro della massima formula sul Circuito del Santerno, impreziosito da nuovi contenuti e soprattutto dalle monoposto esposte, dalle prime Formula uno che affrontarono la nuova pista imolese fino alla leggendaria Ferrari di Michael Schumacher, vincitore dell’ultima edizione nel 2006. In mostra anche la Ferrari 156-85 di Michele Alboreto, a un passo dal mondiale del 1985. La collaborazione con la seconda edizione dell’Historic Minardi Day prevede inoltre la presenza delle monoposto Minardi più significative nella storia della Formula 1 a Imola e del team faentino, tra cui la M185, la prima Formula uno della squadra, la M189 e la M193B guidata da Pierluigi Martini. Porte aperte tutti i giorni dalle 10 alle 18 e martedì dalle 14 alle 18. Info: www.autodromoimola.it/ museo-checco-costa

 

Trekking col Treno anche a giugno

Le tre Savenelle, tre piccoli rii, Martinazzo, dei Lagoni e di Zuccaia. L’escursione del 10 giugno si inserisce nel programma Trekking col Treno 2017, giusta quest’anno alla 26esima edizione. L’esplorazione del territorio bolognese in 60 proposte a piedi o in bicicletta, scegliendo il treno e il bus per spostarsi in maniera ecologica. Ritrovo a Bologna alla Stazione Piazzale Est alle 6.30. Â

Info: trekkingcoltreno.it

 

 

 

 

Un salto nel tempo in quel di Anzola

IL POLO DEL MUSEO archeologico ambientale ospita la mostra permanente “Anzola al tempo delle Terramare”, i villaggi su palafitte costruiti dalle popolazioni dell’età del bronzo. Due sale accolgono i reperti trovati nel corso dei sondaggi fatti in questi ultimi anni e un’aula didattica riproduce l’ambiente di una capanna di quei tempi. Il museo è gratuitamente visitabile anche nei weekend di giugno.

Info: www.museoarcheologicoambientale.it

 

 

 

Bontà a Km 0

Sui banchi i prodotti della terra locali, anche biologici: ortofrutta, vino, confetture, formaggi e latticini, miele, pane, prodotti da forno e salumi per la vendita diretta dal produttore al consumatore. Il mercato degli agricoltori di Castenaso nasce proprio per promuovere la riscoperta del legame con il territorio. Ogni sabato dalle 15 alle 18.

Info: www.comune.castenaso.bo.it

 

Ed è brunch!

Brunch da gustare in una cornice storica ricca di fascino, arte e cultura. Succede ogni domenica fino all’11 giugno a Palazzo Albergati, villa storica immersa nelle verdi campagne attorno a Zola Predosa. Al termine del brunch preparato dalla cucina interna del palazzo è possibile partecipare a una visita guidata.

Info: www.albergati.com

 

 

 

 

A Pieve di Cento

Il Museo Magi ‘900 di Pieve di Cento arricchisce la sua collezione d’arte con una nuova sala permanente dedicata al mito della Belle Époque. In un allestimento costruito sul filo della seduzione femminile, il museo di arte contemporanea approfondisce l’età dell’oro, animata da una incredibile euforia e da un clima effervescente capaci di coinvolgere.

Info: www.magi900.com

 

Nella natura

La grotta della Spipola è una delle più spettacolari attrazioni del Parco regionale dei Gessi e dei Calanchi bolognesi. Scoperta nel 1932 da Luigi Fantini che si calò dal famoso Buco del calzolaio, rappresenta meta di visite guidate. I prossimi appuntamenti sono il 4 e il 18 giugno. Il percorso di circa 500 metri non presenta particolari difficoltà.

Info: www.parks.it/parco.gessi.bolognesi

 

Tra le foglie

Una visita lungo i percorsi del Casone del Partigiano per ricercare e osservare, ma soprattutto ascoltare gli ospiti alati di questo angolo di pianura nel territorio di San Pietro in Casale ricco di boschi e siepi dove molti uccelli arrivano, anche da molto lontano, per riprodursi e dare vita alle nuove generazioni. Sabato 10 giugno dalle 15 alle 17.

Info: www.naturadipianura. it

 

COME ARRIVARE A PIEVE DI CENTO

Per Pieve di Cento da Bologna imboccare la Strada Provinciale 4 e dopo Funo deviare per la provinciale 42 (Centese) in direzione Pieve di Cento. Dall’autostazione di Bologna, con l’azienda di trasporto Tper Linea 97C.

 

La Settimana Calderarese e i suoi tanti appuntamenti

Laboratori e buon cibo a Calderara di Reno

Dieci giorni di festa per il territorio calderarese, con un programma coinvolgente che regala un primo assaggio d’estate. Piazza Marconi e le altre zone del territorio si animano con gli stand gastronomici che propongono cucina tradizionale e non, le tipiche crescentine e le degustazioni di vini di aziende locali e di prodotti a km zero. Non solo, sono numerose le iniziative in programma, realizzate in collaborazione con le associazioni del territorio. Tra queste i concerti (Sensi di Colpa, SanreNo, gruppi emergenti), gli spettacoli di cabaret (serata Zelig con Leonardo Manera), giochi e spettacoli (gara tiro alla fune cittadina, Pompieropoli, fit dance, serata countrywestern, teatro Solechegioca), laboratori (osservazione astronomica, fab-lab, piccoli sfoglini crescono, le mani in pasta) e mercatini (Ce l’ho-Mi manca, Bagagliaio-usato, opere ingegno). Tutti invitati in attesa dell’estate. L’appuntamento con la Settimana Calderarese, iniziato il 25 maggio, termina domenica 4 giugno.

Info: www.comune.calderaradireno.bo.it

 

Al marchè dal cuntadéin a Sant’Agata

Sorto all’insegna di qualità, affidabilità e naturalità dei prodotti alimentari, il nuovo mercato degli agricoltori si svolge nelle vie del centro storico di Sant’Agata. Si tratta del punto di incontro tra produttori e consumatori per la conquista del primo anello della catena distributiva: il contatto diretto con il contadino senza troppe mediazioni. Appuntamento domenica 4 giugno, dalle 9 alle 13.

Info: www.comune.santagatabolognese.bo.it

 

La stele delle spade e le altre

In mostra al MUV di Castenaso, nella sala Gozzadini, i primissimi esempi di sculture di età orientalizzante prodotti nell’Etruria padana tra la fine dell’VIII e i primi decenni del VI secolo a.C. Si tratta di cippi e stele finemente decorati in rilievo, provenienti da scavi del territorio bolognese che rappresentano una peculiarità di Bologna e del suo territorio. Porte aperte fino all’11 giugno.

Info: www.comune.castenaso.bo.it

 

Capolavori della Collezione Giovanardi

Palazzo Fava – Palazzo delle Esposizioni a Bologna ospita “Costruire il Novecento. Capolavori della Collezione Giovanardi”. La mostra è composta da tre sezioni: la prima con i dipinti di Morandi e Licini, la seconda a quelli di Carlo Carrà, Filippo De Pisis, Massimo Campigli e Mario Sironi. La terza sezione ospita le opere di Mario Mafai, Ottone Rosai, Arturo Tosi, Pio Semeghini. Fino al 25 giugno.

Info: www.genusbononiae.it

 

Nel Medioevo

La Macchina del Tempo è la nuova area espositiva 3D visitabile al Museo della Storia di Bologna anche nel mese di giugno. Un’innovativa applicazione di realtà virtuale che permette al visitatore di vivere in prima persona un’esperienza immersiva nella bella Bologna del XIII secolo. A Palazzo Pepoli, Museo della Storia

Info: www.genusbononiae.it

 

Cos’Antiche a Imola

Sono circa trenta gli espositori e tantissimi gli amanti e i curiosi di cose antiche che si danno appuntamento a Imola il quarto sabato di giugno. In esposizione e in vendita oggettistica antica, rigatteria, antiquariato, libri usati, fumetti, stampe, oggetti da collezione, hobbistica di cose antiche, strumenti musicali, mobili e materiale vario.

Info: www.visitareimola.it

 

COME ARRIVARE A CALDERARA DI RENO

Per raggiungere Calderara di Reno da Firenze o da Milano: dall’A1 uscire a Borgo Panigale, svoltare a sinistra e percorrere la SP 568 (Persicetana) fino a Calderara di Reno. Da Bologna, prendere la SS9 fino alla SP568

 

A spasso

Passeggiate, escursioni e file di appassionati in giro per le colline. Giunge alla sua 11esima edizione il programma “Le colline fuori della porta”, coinvolgendo anche territori comunali limitrofi. Domenica 4 giugno è il turno dei Belvederi sulla città all’ora del tramonto. Dalle 18 alle 20.30 con partenza dall’ingresso al parco di via San Mamolo.

Info: www.comune.bologna it

 

Sogno e colore

Arriva a Bologna, nelle sale di Palazzo Albergati, Joan Miró, il maestro del surrealismo. Il pittore, scultore e ceramista, uno dei più importanti artisti spagnoli ammirato in tutto il mondo, è raccontato attraverso oltre 130 opere tra oli, disegni e sculture nella mostra Miró! Sogno e colore, per tutto il mese di maggio e oltre, fino a settembre.

Info: www.palazzoalbergati.com