Dalle mura di Gerico al muro di Berlino il viaggio dal passato ai giorni nostri

The Wall è a Palazzo Belloni. E c’è anche l’avvincente aperitivo con delitto

Questo di The Wall è un percorso espositivo che racconta il concetto di muro: da simbolo di incomunicabilità ed esclusione a protagonista di un’operazione culturale che apre a molteplici prospettive.
La mostra a Palazzo Belloni è un invito a scoprire il muro psicologico, il muro pubblico, il muro funzionale, il muro sociale, il muro politico, il muro espressivo e il muro della memoria. Ognuna di queste dimensioni è esplorata a Bologna attraverso installazioni interattive, realizzate appositamente per la mostra, e con opere d’arte a tema realizzate da artisti di diverse epoche, da Piranesi ad Arnaldo Pomodoro, da Fontana a Christo, dai Pink Floyd alla giovane artista giapponese Hitomi Sato. Un viaggio in un percorso storico che va dalle mura di Gerico al muro di Berlino fino alla contemporaneità. La mostra è a cura di con-fine Art e c’è la possibilità di visitarla per tutto il mese di aprile dal giovedì alla domenica, dalle 10 alle 20. Gli altri giorni sono riservati a gruppi e scuole. Di più, il 24 aprile The Wall exhibition propone al pubblico un appuntamento speciale: l’aperitivo con delitto. Una serata dal sapore inedito tra false piste, colpi di scena e scoperte entusiasmanti: è il mix che attende gli spettatori-visitatori di “The Wall of Mistery”, un giallo teatrale interattivo sceneggiato e realizzato da Mavi Gianni di Zoè Teatri.
Una trama avvincente e un’esperienza unica durante la quale i partecipanti, divisi in squadre, possono visitare le sale del museo, gustare una sostanziosa e intrigante apericena e risolvere un enigma fatto di intrecci e personaggi misteriosi.

Info: www.palazzobelloni.com


JAPANIMATION

Un nuovo itinerario nel mondo del cinema e dell’animazione

Questa è la terza di cinque serate a ingresso gratuito, nelle biblioteche di Valsamoggia, in compagnia dei migliori film d’animazione di produzione giapponese delle scorse stagioni. La nuova pellicola in proiezione ruota intorno a due personaggi: Mitsuha, studentessa delle superiori che vive in una cittadina di montagna con la sorellina, la nonna e il padre; e Taki, anche lui studente, che vive nel centro di Tokyo e svolge un lavoro part-time in un ristorante italiano. Un giorno, Mitsuha ha un sogno in cui lei è un ragazzo che vive a Tokyo. Taki fa anche lui un sogno in cui è una studentessa di un liceo femminile in un paese di montagna. Quale sarà il segreto dietro questi sogni? Il 6 aprile.

Info: www.frb.valsamoggia.bo.it


DALL’11 AL 13 MAGGIO

Motul Fim World Superbike Championship all’Autodromo Enzo e Dino Ferrari

Il Mondiale Motul FIM Superbike, il massimo campionato riservato alle moto derivate dalla serie, fa tappa ad Imola dal 11 al 13 maggio 2018 come 5° round della stagione. Quella in programma sarà l’edizione numero sedici del Mondiale Superbike sul tracciato dell’Autodromo Enzo e Dino Ferrari

Info: www.autodromoimola.it


DAL 6 ALL’8 APRILE

L’Orchestra Mozart Festival torna all’Auditorium Teatro Manzoni

L’Orchestra Mozart torna a suonare a Bologna per tre giorni di concerti al Teatro Manzoni. In programma due sinfonici, diretti da Bernard Haitink, intervallati da un concerto da camera dei Solisti dell’Orchestra Mozart. Dal 6 all’8 aprile. Incontri e momenti musicali anche in altri luoghi della città.

Info: www.orchestramozart.com


Imola, Motor Legend Festival La passione scende in pista

Tre giorni con autentiche icone delle corse

Gli appassionati di automobili possono vivere una tre giorni a stretto contatto con i campioni di oggi e del passato. Un’occasione per chi ha vissuto l’epopea delle grandi classiche e per chi, come i più giovani, non ha mai avuto l’opportunità di vedere in azione veicoli entrati nell’immaginario collettivo. Ogni giornata è caratterizzata dai Legendary Moments dove i protagonisti sono campioni dell’automobilismo al volante di vetture che hanno segnato un’epoca. Jacques Villeneuve si cala nell’abitacolo della Ferrari 312 T4 con la quale papà Gilles creò la propria leggenda nella stagione 1979. Niki Lauda guida una Mercedes proveniente dal Museo della Casa della Stella a tre punte. Un grande luna park dei motori. Un’occasione per tornare bambini e, per i bambini, un’occasione per sentirsi adulti. Ammirare una Porsche mentre da lontano si sente il rombo di una Ducati, lasciare il cuore per una Ferrari di F1 e incontrare a due metri di distanza Bernie Ecclestone, personaggi di ogni tipo del mondo dei motori e piloti carichi di allori. Questo è Motor Legend Festival. Tre giorni dedicati al motorsport, alla sua storia e dalle sue storie. Moto e auto in pista, incontri, rassegne e approfondimenti negli spazi dell’autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola, uno dei luoghi simbolo in una terra che di per sé vuol dire motori, a due o quattro ruote. Monoposto affascinanti e silhouette aggressive, campioni di oggi e miti di ieri, un caleidoscopio del motorismo dove la passione regna sovrana, dove è vietato non esserci. Appuntamento per tutti, grandi, piccoli e famiglie, dal 20 al 22 aprile. Info: www.motorlegendfestival.com


IMPORTANTI REPERTI AL MUSEO CIVICO DI VIA MANZONI

Svelato il Medioevo della regione

LA MOSTRA al Museo Civico Medievale di Bologna racconta le vicende con cui Goti, Longobardi, Bizantini e nuovi centri di potere (castelli, monasteri, edifici di culto e Comuni) hanno scritto la storia dell’Emilia-Romagna nel passaggio dal mondo antico verso l’età moderna. L’esposizione indaga le trasformazioni causate in un periodo cruciale per la futura Italia, dall’affermazione dei nuovi ceti dirigenti goti, bizantini e longobardi in questo territorio e nelle sue città, attraverso un viaggio nel tempo di quasi un millennio che racconta la delicata fase di passaggio dalla tarda antichità (IV-V secolo) al pieno Medioevo (inizi del Trecento). Una transizione che rappresenta un momento decisivo nella costruzione di nuovi assetti di potere e nuove identità. Il percorso espositivo bolognese, articolato in sei sezioni tematiche, curato in ogni dettaglio e percorribile per tutto il mese di aprile, presenta una selezione di oltre 300 preziosi e rari reperti d’epoca. . Info: www.museibologna.it/ arteantica


LA PASSEGGIATA

Con le ciaspole al Corno alle Scale

Passeggiata guidata con le racchette da neve alla scoperta della montagna nel Parco regionale del Corno alle Scale: panorami appenninici tra praterie d’alta quota, i boschi più selvaggi e le tracce furtive degli animali. Il primo aprile escursione sulle orme del lupo. Info: www.coopmadreselva.it SU IL SIPARIO Andrea Pucci al Celebrazioni Dopo le 70 repliche sold out della scorsa stagione, Andrea Pucci torna con il suo nuovo In…tolleranza zero, uno spettacolo esilarante sulla gran fatica del vivere a 50 anni. L’ interagire con nuove mode e la tecnologia rende tutti intolleranti. Al Teatro Il Celebrazioni il 6 e il 7 aprile.

Info: www.teatrocelebrazioni.it


IL CONCERTO

Umberto Tozzi al Teatro Duse

Umberto Tozzi torna dal vivo con un nuovo spettacolo nei teatri più prestigiosi. Oltre a tutti quei brani che lo hanno reso celebre, il cantautore torinese proporrà un intermezzo dove interpreterà brani del repertorio arrangiati in una veste acustica. Al Teatro Duse il 23 aprile.

Info: www.teatrodusebologna.it


LO SPETTACOLO

Gli intramontabili Romeo e Giulietta

Dal suo debutto del 2013 all’arena di Verona, “Romeo e Giulietta. Ama e cambia il mondo” è stato in tour in tutta Italia toccando 20 diverse città per 31 tappe e 332 rappresentazioni, e totalizzando oltre 850.000 spettatori. Dal 27 al 29 aprile 2018 è il turno del Teatro EuropAuditorium di Bologna.

Info: www.teatroeuropa.it


“Revolutija” al MAMbo
Capolavori dalla Russia

Da Chagall a Malevich, da Repin a Kandinsky

Circa 70 opere, capolavori assoluti provenienti dal Museo di Stato Russo di San Pietroburgo, sono in mostra nelle sale del MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna. L’arte delle avanguardie russe è uno dei capitoli più importanti e radicali del modernismo. Il periodo compreso tra il 1910 e il 1920 ha visto nascere a un ritmo vertiginoso scuole, associazioni e movimenti d’avanguardia diametralmente opposti l’uno all’altro. La mostra “Revolutija. Da Chagall a Malevich, da Repin a Kandinsky. Capolavori dal Museo di Stato Russo di San Pietroburgo” racconta gli stili e le dinamiche di sviluppo di artisti tra cui Nathan Altman, Natalia Goncharova, Kazimir Malevich, Wassily Kandinsky, Marc Chagall, Valentin Serov, Alexandr Rodchenko, per dar conto della modernità dei movimenti culturali della Russia d’inizio Novecento. La mostra è il fulcro di un programma collaterale di manifestazioni intorno al centenario della Rivoluzione di Ottobre, cui partecipano l’Università degli studi di Bologna e le principali istituzioni culturali cittadine. L’esposizione, visitabile per tutto il mese di aprile (da martedì a domenica dalle 10 alle 19, tranne il sabato fino alle 20), è organizzata in partnership con il Comune di Bologna e l’Istituzione Bologna Musei ed è realizzata grazie a una collaborazione con il Museo di Stato Russo, San Pietroburgo. I curatori della mostra sono Evgenia Petrova, vice direttore del Museo di Stato Russo, e Joseph Kiblitsky.

Info: www.mostrarevolutija.it


FONTANELICE SI RINNOVA UN APPUNTAMENTO TRADIZIONALE

Pasquetta con la sagra della piè fritta

DA OLTRE 60 ANNI la Pasquetta si festeggia a Fontanelice con la famosa piè fritta. Il 2 aprile si potrà degustare questa prelibatezza preparata alla maniera delle massaie del paese, con la giusta dose di acqua, sale, farina e strutto. Oltre alla distribuzione di piadina, il centro storico ospita mercatini, balli popolari e animazioni. Come da tradizione nel pomeriggio si disputa il Palio dei Somari, con i ciuchini prima presentati in piazza e poi fatti correre sulla pista allestita presso il campo sportivo, rappresentando in gare gli 8 rioni comunali. Un modo originale per trascorrere il lunedì di Pasqua.

Info: www.comune.fontanelice.bo.it


CALCIO GIOVANILE

We Love Football, maschile e femminile

We Love Football, torneo internazionale di calcio giovanile Under 15, scende in campo fino al 2 aprile. Sedici squadre provenienti da Belgio, Brasile, Canada, Croazia, Giappone, Italia, Olanda e Regno Unito. Si scontrano Juventus, Everton, Bologna, B Italia, Inter, Sassuolo, Roma, Palmeiras, Atalanta, Shonan Bellmare, Genk, Montréal Impact, Sampdoria, Ajax, Lokomotiva Zagreb e Flamengo. In questa terza edizione We Love Football ospita un numero maggiore di squadre per il torneo femminile: Cesena, Bologna, Inter, Venezia Women, Perugia, Roma, Hellas Verona e Udinese. Un traguardo per chi sostiene la condivisione e l’eguaglianza. Le partite delle prime fasi sono giocate in diversi centri sportivi di Bologna e del territorio, mentre le semifinali e le finali sono disputate allo Stadio Dall’Ara. Tra gli eventi speciali due partite di solidarietà, i Mondiali antirazzisti e la presentazione a Fico.

Info: www.welovefootball.eu


IL TOUR DA ASCOLTARE

A spasso per la città con il walkman

BolognadaSballo è un percorso fuori dal comune con il buon vecchio walkman che esce dal vintage e diventa moderna macchina del tempo, guidando bolognesi e turisti per le vie del centro di Bologna. Un evento unico, un racconto itinerante in cui la Bologna di un tempo prende vita svelando particolari nascosti e inediti, tra arte musica e storia. Una volta ritirato il walkman verrà indicato il luogo di partenza del percorso, ma il visitatore non saprà quale sarà il tragitto, quali personaggi andrà a incontrare, ma soprattutto dove terminerà il giro per riconsegnare il walkman. Sarà Ugo – l’amico virtuale nascosto all’interno del walkman – a guidare passo passo il visitatore che durante la passeggiata nel centro di Bologna incontrerà strani e bizzarri personaggi, alcuni frutto della fantasia e altri esistiti e riemersi dal passato. Il racconto è registrato con la sofisticata tecnica olofonica.

Info: www.bolognadasballo.it