Le opere dei muralisti messicani in una straordinaria esposizione
In mostra anche a novembre 68 opere riconosciute patrimonio nazionale

La mostra dei muralisti messicani, oggi nota come la exposición pendiente (la mostra sospesa), doveva essere inaugurata il 13 settembre del 1973 a Santiago del Cile, come testimonianza di solidarietà e amicizia da parte di una nazione vicina come il Messico, ma venne cancellata a seguito del golpe del generale Augusto Pinochet che lo mantenne al potere nei diciassette anni successivi.
I quadri dei tre grandi artisti messicani José Clemente Orozco, Diego Rivera, David Alfaro Siqueiros furono quindi imbarcati su un aereo dell’Aeroméxico insieme alla vedova e i due figli dell’ex presidente Salvador Allende e la collezione ritornò nei musei messicani da dove proveniva. Da allora diventò la exposición pendiente.
México “La Mostra Sospesa” – Orozco, Rivera, Siqueiros è adesso in esposizione a Palazzo Fava a Bologna, fino al 18 febbraio, per presentare 68 opere tra le più significative della pittura muralista messicana, riconosciute patrimonio nazionale messicano e appartenenti al Museo Carrillo Gil, al Museo Nacional de Arte e al Museo de Veracruz.
La collezione, oltre alla sua storia unica, ha un valore artistico e un contenuto sociale così rilevante da essere considerata patrimonio nazionale messicano. La mostra è dunque composta da 68 opere degli artisti messicani, figure di spicco nella cultura e politica del loro tempo. Il muralismo messicano è una delle avanguardie espressive più rilevanti che come movimento influenzò artisti di diversi paesi dell’America, Europa e persino Giappone. La mostra è organizzata e prodotta da Fondazione Carisbo e Genus Bononiae-Musei nella Città. Info: www.genusbononiae.it


A cura di Arthemisia

Tre grandi artisti rivoluzionari del 900 a Palazzo Albergati

Le Chateau de Pyrenees del 1959 di Magritte, la famosa Gioconda L.H.O.O.Q. di Duchamp e Surrealist Essay di Salvador Dalí sono alcune delle oltre duecento opere provenienti dall’Israel Museum di Gerusalemme, esposte a Bologna nelle sale di Palazzo Albergati fino all’11 febbraio. Curata da Adina Kamien-Kazhdan e David Rockefeller, “Duchamp, Magritte, Dalì. I Rivoluzionari del ‘900” è una mostra dedicata agli artisti che hanno rivoluzionato l’arte nel Novecento: Duchamp, Magritte, Dalì, Ernst, Tanguy, Man Ray, Picabia, Pollock, tutti insieme per raccontare un periodo di creatività straordinaria e geniale. La mostra è prodotta ed organizzata da Arthemisia, in collaborazione con l’Israel Museum.


San Lazzaro di Savena

Frutta e verdura genuina e biologica dal produttore al consumatore

Ogni mercoledì del mese di novembre dalle 8 alle 14, nel parcheggio tra via Repubblica e il Parco 2 Agosto di San Lazzaro di Savena, è possibile acquistare direttamente dal produttore frutta e verdura genuina e biologica. In vendita sui banchi del mercato ci sono prodotti freschi e locali di ogni tipo. Info: www.comune.sanlazzaro.bo.it


Il 25 novembre

La musica di Caparezza pronta a infiammare il palazzetto Unipol Arena di Casalecchio

Diventato negli anni un punto di riferimento per la musica italiana e internazionale, il palazzetto Unipol Arena a Casalecchio di Reno conferma un calendario di concerti capace di attirare appassionati da tutta Italia. Fanno tappa artisti di fama internazionale.
Il 25 novembre è il turno di Caparezza. Info: www.unipolarena.it

 

 

 

 


Continua la Tartufesta a Sasso Marconi
Degustazioni, tour, eventi e intrattenimento

La 28ª Tartufesta prosegue a Sasso Marconi nei giorni 1-4-5 novembre con la ricca offerta gastronomica della ‘Piazza del Gusto’. Nell’Enoteca si può sorseggiare un bicchiere di vino dei Colli Bolognesi da abbinare a varie proposte; per chi preferisce la birra, c’è il Birrabus. Dulcis in fundo i Dolci sapori artigiani, lo spazio gestito da CNA. Ad animare il centro saranno 200 bancarelle con prodotti tipici dell’Appennino, specialità regionali e artigianato artistico. Ci sono anche i mercati tematici dedicati al Marrone biondo dei Colli bolognesi, alla Via degli Dei e alle colline tra Bologna e Modena, dove trovare prodotti come Parmigiano Reggiano e aceto balsamico. Ma Tartufesta è anche l’occasione per compiere un viaggio di food experiencon il Degusti…Bus. Il tour comprende: corso di analisi del vino in una cantina del territorio, pranzo a base di tartufo e ricerca del tartufo sulle colline di Sasso Marconi. Il bus parte il 1o e il 5 novembre, il “biglietto” costa 20 euro (posti limitati, prenotarsi allo 051-6758409). Info: www.comune.sassomarconi.bologna.it

 


Conferenze sulla piccola Cassia

La piccola Cassia ripercorre quel tratto d’Appennino che i Romani utilizzavano per raggiungere la Pianura Padana centrale salendo da Pistoia. Nell’Alto medioevo diventò una strada longobarda, poi uno degli itinerari che portavano a Roma. Al via adesso un ciclo di conferenze di approfondimento. L’11 novembre al Teatro Frabboni di Savigno, ore 17, si discute di “Viaggiare oggi, viaggiare nel Medioevo”.  Info: www.comune.castellodiserravalle.bo.it


Escursioni nelle aree naturali protette

L’autunno è una stagione speciale per scoprire le tante aree naturali protette che punteggiano la pianura bolognese. Natura di Pianura! organizza un calendario di escursioni tematiche aperte a tutti, dedicate alla flora, alla fauna e alla conservazione delle specie nelle oasi naturalistiche della pianura. Sabato 11 novembre a Calderara di Reno, ore 14.30, “Guardiamo come è fatto un fiume da vicino”. Info: www.naturadipianura.it


A Bentivoglio

A pochi minuti dalla città di Bologna, a Bentivoglio, è possibile ammirare tre splendidi edifici che conservano e tramandano la storia della campagna bolognese: un castello rinascimentale, un trecentesco mulino e un moderno palazzo liberty bolognese.
Sabato 11 novembre, alle 10 è in programma la visita al Mulino e Palazzo Rosso. Info: www.amicidelleacque.org

 

 

 

 

 


Boltanski in mostra

Con 25 opere tra installazioni e video, tra cui due lavori esposti per la prima volta in Europa Volver e Animitas, la mostra al Museo d’Arte Moderna di Bologna ripercorre la poetica di Boltanski da metà anni Ottanta fino gli anni più recenti e si articola in sale che affrontano i temi su cui si è concentrata con intensa continuità la sua ricerca. Fino al 12 novembre. Info: www.mambo-bologna.org


La sagra dei sapori

Menù con piatti emiliani, serviti nella nuova Sala 77 del circolo Arci di San Lazzaro di Savena (Via Bellaria, 7). Ultima delle feste in programmazione del circolo, per ricordare i sapori della buona cucina emiliana, con l’inserimento di qualche piatto a sorpresa, e salutare la stagione delle sagre. Appuntamento in tre giorni: 1, 4 e 5 novembre 2017. Info: www.arcisanlazzaro.it


COME ARRIVARE A BENTIVOGLIO
Per raggiungere Bentivoglio: Da Bologna: dalla SS 64 direzione Ferrara, svoltare a sinistra all’altezza del cartello per Corticella e, dopo il ponte sull’A13, all’incrocio imboccare a destra la SP 45 e proseguire fino a destinazione.


Mercato contadino

Tutti i giovedì pomeriggio di novembre dalle 15 alle 19 nell’area antistante il Centro civico di Funo di Argelato, in via Resistenza angolo via Galliera, si rinnova il mercato contadino. In vendita i prodotti derivanti dall’attività aziendale o i loro trasformati lavorati dalle imprese, secondo l’apprezzata formula dal produttore al consumatore. Info: www.renogalliera.it


Sabato creativo

Nato inizialmente come appuntamento per ogni secondo sabato del mese, il mercatino dell’ingegno e dell’artigianato il Sabato creativo di San Lazzaro di Savena ha conquistato man mano il suo ampio spazio, diventando nel giro di qualche anno un punto di riferimento per gli appassionati. Appuntamento a piazza Maria Trebbi l’11 e il 25 novembre. Info: www.comune.sanlazzaro.bo.it


Tappa a Imola (e dintorni) per i sapori del Baccanale
Dal 4 al 26 novembre: mille sfumature del gusto

Dal 4 al 26 novembre, torna Baccanale, la rassegna più importante per promuovere la cultura enogastronomica del territorio. Dopo il successo delle ultime edizioni, anche quest’anno la rassegna “si fa in tre”, allungando di una settimana il programma. Imola e dintorni saranno protagonisti della buona tavola, con un tema per quest’anno, “Sotto Terra”, che racconta la coltivazione della patata, la valorizzazione di importanti prodotti della zona, la celebrazione di pregiati elementi del gusto, come il tartufo, l’innovativo utilizzo in cucina di radici che sempre più arricchiscono la nostra tavola. Come ogni anno, i ristorantei del territorio proporranno menù ispirati al tema guida della manifestazione. Ecco i ristoranti presso cui trovarli: Ristorante La Volta, Ristorante associato Il Maglio, Ristorante Gallo, Ristorante Hostaria 900, Ristorante Le Bistrot, Trattoria e Parlamintè, Osteria del Vicolo Nuovo, Ristorante San Domenico, Ristorante Canè, Per approfondimenti e il programma completo si rimanda al sito. Info: www.baccanaleimola.it


Antichità, modernariato e vintage

Mercatini di antichità, modernariato, vintage e… così via. Si tratta di un appuntamento fisso da più di venti anni per gli appassionati del settore, si snoda lungo le vie di Savigno dove centinaia di espositori offrono ai visitatori curiosità e mobili d’epoca, con occhio attento e pazienza si può trovare di tutto, dall’abbigliamento vintage al pezzo d’antiquariato. Il 5, il 12 e il 19 novembre. Info: www.comune.valsamoggia.bo.it


Anzola al tempo delle Terramare

Il polo del Museo Archeologico ambientale di Anzola dell’Emilia ospita la mostra “Anzola al tempo delle Terramare”, i villaggi su palafitte costruiti dalle popolazioni dell’età del bronzo. Due sale accolgono i reperti trovati nel corso dei sondaggi fatti in questi ultimi anni. La nuova sede espositiva illustra i materiali rinvenuti nella terramara durante le numerose ricerche condotte nel territorio. Fino al 31 dicembre. Info: www.archeobo.arti.beniculturali.it


La femminilità della Belle époque

Il Museo Magi ‘900 di Pieve di Cento arricchisce la sua collezione d’arte con una nuova sala permanente dedicata al mito della Belle Époque. In un allestimento costruito sul filo sottile della seduzione femminile, uno dei temi più trasversali percorsi dalle arti visive tra Ottocento e Novecento, il museo di arte contemporanea approfondisce questa età dell’oro, animata da un’incredibile euforia. Fino a gennaio. Info: www.magi900.com

 

 

 

 

 


COME ARRIVARE A OZZANO
Per Ozzano, da Bologna imboccare la strada statale 9 (Via Emilia) in direzione Imola fino a Ozzano dell’Emilia. Da Rimini-Ravenna, dall’A14 uscita Castel San Pietro, imboccare la statale 9 fino a destinazione.


Brunch d’autunno

Brunch da gustare in una cornice storica ricca di fascino, arte e cultura. Succede tutte le domeniche di novembre a Palazzo Albergati, villa storica nelle campagne attorno a Zola Predosa. La cornice si anima grazie al brunch all’italiana con un menù ispirato ai sapori e ai colori dell’autunno. Al termine del brunch visita guidata tra le antiche sale. Info: www.albergati.com


Km zero

Sui banchi i prodotti della terra locali, anche biologici, per la vendita diretta dal produttore al consumatore. Il mercato degli agricoltori di Castenaso – ogni sabato pomeriggio del mese di novembre – nasce con l’intento di promuovere la riscoperta del legame con il territorio e la riduzione dei costi di trasporto, rispettando quindi l’ambiente. Info: www.comune.castenaso.bo.it


Terra Terra a Ozzano

Il mercato degli agricoltori di Ozzano “Terra Terra” propone frutta e verdura di stagione e a km zero, formaggi, salumi, prodotti trasformati dolci e salati e vini locali. Si tratta di un mercato contadino basato sulla partecipazione, nell’ambito di quella tendenza culturale che mira alla conoscenza di ciò che si mangia. Tutti i giovedì di novembre. Info: www.prolocozzano.it

 

 


Nella Grotta

La visita guidata alla Grotta della Spipola il 12 novembre costituisce una vera esperienza speleologica. Avventurosa e adatta anche ai bambini con più di 7 anni, occorre però un abbigliamento adeguato. La grotta, scoperta nel 1932, costituisce una delle più importanti e spettacolari attrazioni del Parco regionale dei Gessi e dei Calanchi Bolognesi. Info: www.parks.it