Ebrei, vicenda italiana i primi mille anni di storia

Una vicenda sorprendente e sconosciuta

Con la mostra “Ebrei, una storia italiana. I primi mille anni”, allestita al Museo nazionale dell’ebraismo italiano e della Shoah, l’ebraismo si apre ai non ebrei e racconta al largo pubblico come la vitale e ininterrotta presenza da oltre due millenni degli ebrei nel nostro Paese abbia dato un contributo alla storia e alla cultura italiane, tra periodi di convivenza e di interazioni feconde, e altri di persecuzioni e cacciate. Il Meis accompagna il visitatore in un viaggio irripetibile nell’Italia ebraica dall’antica distruzione del Tempio di Gerusalemme a opera dei Romani alla vita sotto Giulio Cesare, dal rapporto con i pagani e con il cristianesimo fino alla dispersione. Con più di 200 oggetti preziosi – manoscritti, incunaboli e cinquecentine, documenti medievali, epigrafi, anelli, sigilli, monete, lucerne e amuleti -, il percorso comunica l’unicità della vicenda ebraica in Italia. A introdurre i temi della mostra, lo spettacolo multimediale “Con gli occhi degli ebrei italiani”.

Info www.meisweb.it


Donne ribelli del Rinascimento

Uno sguardo sul Rinascimento al femminile al Museo di Casa Romei. L’esposizione delle preziose miniature ricreate da Agnieszka Kossowska, per la prima volta a Ferrara e ammirabili a febbraio, crea lo spunto per ricordare Renata di Francia e con lei Giulia Gonzaga e le altre donne ribelli del Rinascimento italiano. E il 9 febbraio laboratorio “Un codice, un facsimile e l’arte della miniatura oggi”.

Info: www.ferraraterraeacqua.it


Ferrara, fiera di cose d’altri tempi

La Fiera di cose d’altri tempi è una manifestazione che da circa trenta anni si ripete mensilmente e che richiama l’attenzione di molti collezionisti e appassionati non solo di Ferrara, ma di tutta Italia. Tra gli oggetti d’epoca e di collezione gli espositori propongono: mobili, stampe, quadri, libri, riviste, fumetti, dischi in vinile. A Piazza Trento Trieste nel primo fine settimana di febbraio.

Info: www.comune.fe.it


Il mercato a filiera corta

Ogni mercoledì di febbraio l’Agrimercato di Grisù diventa un aggregatore di imprese culturali e creative. Spazio Grisù è un’ex caserma dei vigili del fuoco a Ferrara rinata da uno stato di abbandono grazie a un progetto di rigenerazione urbana. L’obiettivo è appunto renderla viva e aperta per ospitare eventi cittadini. Il senso è appunto il rafforzamento della socializzazione tra tutti i fruitori.

Info: www.facebook.com/agrimercatodigrisu

 

Nei luoghi di Ludovico Ariosto

Visita guidata ai luoghi simbolo di Ariosto a Ferrara, in occasione del V Centenario dell’Orlando Furioso. Il percorso comprende Palazzo dei Diamanti, Casa di Ludovico Ariosto, Piazza Ariostea, il Giardino pensile del Castello Estense, Palazzo Ducale e i luoghi del Teatro Ariostesco, l’Hosteria del Chiucchiolino la Biblioteca Ariostea, dove è collocata la tomba. Sabato e domenica alle ore 10 e 15.

Info: www.aferraraconlaguida.com


Giornata del ricordo

Celebrazioni a Comacchio per ricordare gli italiani massacrati in Istria, Dalmazia e Venezia Giulia tra il 1943 e il 1945. Il 16 febbraio alle 10.15 presso la Sala San Pietro di Palazzo Bellini. E poi, spettacolo teatrale a cura degli alunni del Comprensivo di Porto Garibaldi e del Gruppo Le Fuesne.

Info: www.comune.comacchio.fe.it


In Pinacoteca

Un viaggio nelle sale della Pinacoteca nazionale di Ferrara attraverso una selezione di opere, realizzate fra il 1300 e il 1600, non solo per ripercorrere l’evoluzione della storia dell’arte e la storia del collezionismo estense ma per conoscere le vicende della struttura museale. Il 25 febbraio.

Info: www.gallerie-estensi.beniculturali.it

Come arrivare a Comacchio

Per Comacchio, da Ferrara prendere il raccordo RA8 in direzione di Porto Garibaldi fino a Comacchio. Dal casello di Bologna Arcoveggio seguire direzione Padova, prendere l’A13, seguire Ferrara Sud fino a Comacchio.


I tesori Cavallini
Sgarbi in esposizione al Castello

Oltre 100 capolavori della collezione

L’esposizione a Castello Estense è dedicata alla Collezione Cavallini Sgarbi: 130 opere tra dipinti e sculture, dall’inizio del Quattrocento alla metà del Novecento, raccolte in circa quaranta anni di collezionismo appassionato da Vittorio Sgarbi con la madre Caterina “Rina” Cavallini e con la presenza silenziosa di Giuseppe Sgarbi, e provenienti dalla Fondazione Cavallini Sgarbi. Elisabetta Sgarbi, per il tramite della propria Fondazione, ha voluto che questa mostra (dal 3 febbraio) raccontasse nel luogo più rappresentativo della città di Ferrara non solo la storia di una straordinaria impresa culturale, ma anche quella di una famiglia ferrarese che all’arte ha dedicato tutte le proprie energie. Dopo aver acquisito 2.800 titoli delle 3.500 fonti, trattati, guide e storie locali, databili dal 1503 al 1898, elencati da Julius von Schlosser nella Letteratura artistica, Vittorio Sgarbi capisce “che collezionare quadri e sculture poteva essere più divertente che possedere il libro più raro”.

Info: www.castelloestense.it


Diversità è ricchezza a Wunderkammer

Per tutto il mese di febbraio, Wunderkammer a Ferrara (via Darsena 57) ospita la mostra Diversità è ricchezza che riunisce oltre quarant’anni di scatti di Paolo Zappaterra. L’enorme quantità di materiale disponibile nel suo archivio personale, derivata da un intenso lavoro di reportage fotografico nei diversi continenti, è un patrimonio storico di importante valore. La mostra continua a essere visitabile lunedì, mercoledì, venerdì dalle 9.30 alle 12.30, martedì e mercoledì dalle 15.30 alle 18.30.

Info: www.facebook.com/consorziowunderkammer/


I tesori mai visti di Casa Romei

Ogni venerdì del mese di febbraio dalle 15 alle 18 è possibile visitare lo Studiolo di Polissena e il Giardino segreto di Casa Romei a Ferrara, accompagnati dai volontari del Gruppo Archeologico Ferrarese. Iniziata dal 1442 circa, Casa Romei costituisce uno dei complessi architettonici più interessanti dalla cultura ferrarese, in quanto dimora nobile dell’età dei marchesi Leonello e Borso D’Este.

Info: www.ferraraterraeacqua.it


Carnevale sull’acqua a Comacchio

Sfilata di gruppi mascherati e barche allegoriche lungo le vie e i canali di Comacchio con partenza dal ponte monumentale dei Trepponti. Il 4 e l’11 febbraio animazione, musica, allegria, giochi, distribuzione di crostoli, caramelle, dolciumi e bevande calde. Per tutti i bambini gadget, coriandoli e stelle filanti. Nelle vie del centro storico presidi carnevaleschi, musica e spettacoli di danza.

Info: www.comune.comacchio.fe.it


Giocando si impara

Giocando si impara è il titolo del ciclo di attività didattiche proposto dall’associazione culturale Arte.Na in collaborazione con i Musei Civici di Arte Antica di Ferrara. Le prossime attività sono in programma domenica 25 febbraio alle ore 16 per la durata di un’ora e mezza nella Palazzina Marfisa.

Info: www.associazioneartena.it


Come arrivare a Argenta

Per Argenta, provenendo da Ferrara (autostrada A13) si esce a Ferrara Sud e si imbocca la SS 16 in direzione Ravenna. Da Bologna (tangenziale) uscita 11 per Castenaso-Ravenna, poi deviazione per Budrio-Molinella.