Il medioevo torna a ririvivere all’Abbazia di Pomposa

Una rievocazione storica di grande fascino

La rievocazione storica all’Abbazia di Pomposa di Codigoro fa rivivere l’anno Mille che da queste parti è stato un tempo di splendore e di grande fermento spirituale e religioso. A permettere questo autentico salto nel passato sono centinaia di comparse in costume dell’epoca, protagoniste per tutta la giornata di festa e capaci di creare la suggestione di un ritorno alle origini della vita presso l’Abbazia.

La storica manifestazione e punto di riferimento del territorio offre un’occasione di svago, cultura e appuntamenti enogastronomici in un’ambientazione medievale che ricostruisce contesti, tradizioni e costumi d’epoca. Il programma da venerdì 2 a domenica 4 giugno prevede gare di sbandieratori, tornei di arcieri, combattimenti di armigeri, spettacoli di fuochi e cortei storici, scene di vita medievale nei borghi e giochi d’epoca per i più piccoli, mercati medievali nelle vie delle Erbe e delle Arti. L’ingresso è libero e anche per questo quindicesimo anno è prevista una grande partecipazione di pubblico da tutta la provincia di Ferrara.

Info: www.ferraraterraeacqua.it

 

 

Dalle origini del linguaggio fino ad oggi

ALLA SCOPERTA dell’evoluzione del linguaggio comunicativo dalle origini fino a oggi. Un nucleo di reperti selezionati dalla Direzione del Museo di Napoli illustra in quattro sale a Palazzo Bellini di Comacchio i tanti aspetti della pratica della scrittura e della comunicazione, tra segno e immagine. Per tutto il mese di maggio il visitatore ha la sensazione di entrare in veri ambienti pompeiani.

Info: www.ferraraterraeacqua.it

 

 

Escursioni a Comacchio

La Salina di Comacchio è uno scrigno prezioso, custode di testimonianze del passato, dove si percepisce la vastità delle valli, il duro lavoro dei salinari e la natura che incanta. Nei martedì e venerdì di maggio (alle ore 9.30 e alle 14) il percorso in salina è accessibile a tutti e offre la possibilità di osservare l’avifauna, l’impiego dei salinari volontari, la Torre Rossa e la sala espositiva.

Info: www.salinadicomacchio.it

 

 

Nei giardini privati più belli della città

Interno Verde è la manifestazione che sabato 13 e domenica 14 maggio permette di visitare i giardini privati del centro storico di Ferrara, isole segrete ricche di memoria, attraverso cui leggere la storia, i cambiamenti e i vissuti. L’obiettivo è promuovere una nuova comprensione della città di Ferrara e offrire l’opportunità di scoprire i segreti dietro i muri di cinta e le facciate dei palazzi.

Info: www.ilturco.it/interno-verde

 

 

 

 

 

 

 

Sagra della seppia e della canocchia

Porto Garibaldi, l’antica Magnavacca, celebra luoghi, sapori e tradizioni della sua storica e vivace anima marinara con la tradizionale kermesse lungo il Porto Canale fra buona cucina, folclore, escursioni, mercatini e spettacoli. La Sagra della seppia e della canocchia è in programma nei weekend 20-21 e 27-28 maggio proponendo a prezzi popolari le tante e buone specialità della cucina territoriale.

Info: www.comune.comacchio.fe.it

 

 

 

 

 

 

 

Antiquariato

Mostra scambio dell’antiquariato e dell’usato tra collezionismo e curiosità. Si svolge il 14 maggio dalle 9 alle 18 all’ombra della bella Rocca Possente di Stellata. Mobili, abbigliamento, monete, dischi, libri, giornali e oggetti vari con più di 200 bancarelle distribuite lungo le vie del paese.

Info: www.facebook.com/MercatinoStellata

 

 

A Poggio Renatico

A Poggio Renatico è tempo di festeggiare il Carnevale. E in un modo speciale: sotto le stelle. Al Carnevale notturno sfilano i carri allegorici e c’è spazio per degustazioni di cibi e dolci tradizionali, intrattenimento musicale e per il mercatino con le attività commerciali del paese. Il 27 maggio.

Info: www.comune.poggiorenatico.fe.it

 

 

Visita animata al Castello

Per i 500 anni dalla prima edizione dell’Orlando Furioso, l’associazione TeatrOrtaet dedica a Ludovico Ariosto una visita animata declinata in uno spettacolo teatrale e in una rappresentazione itinerante nelle sale del Castello Estense di Ferrara per rivivere antiche atmosfere. Domenica 28 maggio.

Info: www.castelloestense.it

 

 

Come arrivare a Comacchio

Da Roma E45 fino a Ravenna, poi la statale 309 Romea fino ai Lidi di Comacchio. Da Milano A1 fino a Bologna e poi A13 fino a Ferrara Sud, quindi superstrada Ferrara-Porto Garibaldi fino a Comacchio.

 

 

Torna il Palio di Ferrara il più antico del mondo

Nel centro storico e a Piazza Ariostea

Oltre a essere il più antico del mondo, il Palio di Ferrara si caratterizza per il tipo di corsa. A differenza di molti palii guerrieri, che prevedono l’impiego del saraceno o di qualche altro nemico da battere con la lancia, si tratta una corsa di festa. Per l’occasione la città si veste dei colori delle contrade che scendono in piazza per guadagnare il palio, ma anche e soprattutto per celebrare il periodo del Rinascimento, quando Ferrara era davvero una capitale. Oggi le corse al Palio si tengono l’ultima domenica di maggio in onore di San Giorgio, ma la data vuole ricordare anche la famosa edizione del 1471 quando si corse in onore di Borso d’Este, incoronato duca di Ferrara. Vengono disputate anche gare di sbandieratori e di musici, che vedono di fronte le rappresentanze delle 8 contrade in 7 specialità: singolo tradizionale, doppio tradizionale, piccola squadra, grande squadra, musici ed assegnazione della combinata. L’evento si svolge nei giorni 13, 14, 20, 21, 26, 27 e 28 maggio.

Info: www.paliodiferrara.it

 

 

Lentamente …primavera

Nello scenario di Comacchio e del Parco del Delta del Po vanno in scena le 14 settimane della Primavera Slow.

Le iniziative sono in un certo senso tutte “a tema”, come birdwatching e turismo lento tra escursioni in bicicletta, a piedi, in barca, a cavallo e itinerari dedicati all’enogastronomia, lezioni di osservazione e fotografia.

Sono eventi dedicati alla riscoperta del turismo slow in piena armonia con la natura, al buon vivere all’aria aperta e alla conoscenza del territorio del Delta.

Fino al 25 giugno.

Info: www.primaveraslow.it

 

 

Musica dal vivo all’ombra del Castello

Nella cornice di Piazza Castello e del Cortile d’Onore del Castello Estense torna a giugno la nuova edizione di Ferrara sotto le Stelle. Al pari degli scorsi anni, il programma esplora tutti i meandri della musica indipendente con performance di qualità. Si comincia martedì 20 giugno con Agnes Obel: la gemma danese con le sue melodie toccanti e neo-classiche raggiunge i luoghi più intimi dell’anima.

Info: www.ferrarasottolestelle.it

 

 

 

Pesci? No grazie! Siamo mammiferi!

La mostra al Museo nazionale di Ferrara è dedicata a Luigi Cagnolaro, padre della moderna cetologia. Il percorso si sviluppa attraverso reperti e modelli supportati da testi, immagini, suoni e filmati che permettono di conoscere in modo approfondito l’evoluzione, l’anatomia e il comportamento dei mammiferi. I canti delle balene accompagnano come una colonna sonora. Per tutto il mese di maggio.

Info: www.storianaturale.comune.fe.it

 

 

A Cento

Il nuovo museo del Guercino a Cento è la settecentesca chiesa di San Lorenzo, un gioiello architettonico che accoglie le 12 opere del grande pittore tornate in città, nove di proprietà della Pinacoteca civica e tre della Curia. Porte aperte per ammirare le opere senza tempo anche nel mese di maggio.

Info: www.comune.cento.fe.it

 

Ad Argenta

Festa per la promozione del volontariato ad Argenta con esposizioni, convegni, incontri, iniziative ludiche e animazione. L’obiettivo? La promozione e il sostegno delle organizzazioni del terzo settore presenti sul territorio. Dal 19 al 21 maggio tre giorni tra spettacoli, laboratori e gastronomia.

Info: www.comune.argenta.fe.it

 

 

 

Sulle tracce del cervo

L’itinerario guidato in pulmino elettrico del primo maggio porta alla scoperta di unici ed esclusivi percorsi all’interno della Riserva naturale Bosco della Mesola, in un’area solitamente preclusa al pubblico. Qui è possibile incontrare da vicino i cervi e i daini che vivono liberi nella riserva.

Info: www.podeltatourism.it

 

Come arrivare a Cento

Da Milano uscita Modena Nord, prendere per Nonantola, poi San Giovanni in Persiceto e proseguire per Cento. Da Firenze uscita Casalecchio di Reno, prendere per Calderara di Reno, poi Sala Bolognese.