Al Caffè Letterario di Lugo incontri con gli autori

Racconti, poesia e musica anche a maggio

Il Caffè Letterario di Lugo continua a maggio con la rassegna di primavera in compagnia degli autori. Il calendario dà spazio a un ciclo di incontri conviviali dedicati alla poesia e alla musica, in cui le opere di grandi compositori, eseguite da allievi e maestri del Conservatorio G. B. Martini di Bologna si alternano ai versi di grandi poeti.

Tra gli appuntamenti in calendario, il 12 maggio nella Sala del Carmine di corso Garibaldi 16, protagonista è “Il mestiere dell’aria che vibra” di Marco Tutino con introduzione di Paolo Cavassini. In queste pagine uno dei più importanti compositori del panorama italiano contemporaneo racconta la passione per il suo lavoro, la genesi delle sue opere e i segreti del palcoscenico, le scelte tecniche e le fatiche organizzative che stanno dietro un singolo allestimento o una stagione teatrale, gli incontri felici e i feroci scontri con il potere nelle sue incarnazioni. Il 19 maggio è poi il turno del libro L’Arminuta di Donatella Di Pietrantonio.

Info: www.caffeletterariolugo.blogspot.it

 

Il Sommo Poeta tra noi

Dante Alighieri, esule da Firenze, trovò rifugio proprio a Ravenna, bellissima allora come adesso, dove scrisse parte del Purgatorio e il Paradiso ovvero buona parte della Commedia, e qui si spense il 13 settembre 1321. Ogni mese approfondimenti scientifici, confronti tra ambiti di interesse differente e costruzione di un percorso di luoghi, eventi e persone in più punti della città di Ravenna.

Info: www.turismo.ra.it

 

Dèco: il gusto di un’epoca a Faenza

La ceramica è la protagonista della mostra “Déco. Il gusto di un’epoca” al Mic di Faenza per tutto il mese di maggio. Per ogni autore viene fornito un excursus anche attraverso altre forme d’arte utilizzate dai singoli artisti, come i manifesti, i vetri e i metalli di Guerrini, accanto alle xilografie di Nonni o agli arredi di Berdondini e di Golfieri. E non mancano raffronti internazionali e locali. Fino al 1° ottobre.

Info: www.micfaenza.org

 

La natura ci apre le sue porte

I GIARDINI DI RAVENNA e provincia aprono i cancelli con l’organizzazione di eventi speciali e altre iniziative all’aria aperta e a contatto con la natura. Dal 7 al 14 maggio torna Meraviglie segrete: quest’anno il green living event si allarga e per una settimana coinvolge l’intera città. Un vero e proprio tour per avvicinare all’amore per il verde.

Info: www.meravigliesegrete.it

 

 

Alla grotta

Visita guidata alla grotta più nota e celebrata del Parco della Vena del Gesso Romagnola, quella del Re Tiberio, per le tante testimonianze archeologiche. La grotta, lunga oltre quattro chilometri, è facilmente percorribile da tutti fino alla Sala Gotica. Anche nel mese di maggio può essere esplorata come una sorta di viaggio in un mondo parallelo.

Info: www.terredifaenza.it

 

 

Milano Marittima

Eventi, mercatini e animazioni fino al 20 maggio a Milano Marittima, Cervia, Pinarella e Tagliata. Una kermesse per festeggiare la primavera con un programma articolato. Lunedì 1 maggio a Cervia, ad esempio, musica country con esibizioni, spettacoli, lezioni di ballo in tema insieme ai Wild Angels. E il 20 maggio a Milano Marittima, Mima Unplugged.

Info: www.primaveramarittima.it

 

Musica e spirito

La nuova edizione della rassegna musicale Musica e Spirito nella Basilica di San Francesco  di Ravenna coinvolge gli ascoltatori nella riscoperta della spiritualità e della bellezza del periodo Barocco. Il prossimo appuntamento è domenica 21 maggio alle 19.30. Le esecuzioni sono intervallate da brevi riflessioni spirituali per entrare in sintonia.

Info: www.comune.ravenna.it

 

 

 

Sulla spiaggia

Dal 5 all’8 giugno 2017 torna sulla spiaggia dell’Hana-Bi di Marina di Ravenna il Beaches Brew Festival: quattro giorni di musica internazionale che vedono alternarsi grandi artisti sul palco di uno dei principali festival musicali europei. Qualche nome? King Gizzard & The Lizard Wizard, Thee Oh Sees, Shellac, Weyes Blood, Kaitlyn Aurelia Smith.

Info: www.beachesbrew.com

 

 

Come arrivare a Faenza

Da Bologna o Rimini dalla statale 9 “Emilia” o dall’autostrada A14 uscita casello di Faenza. Da Firenze o Ravenna statale 302. In treno da Bologna linea Milano-Lecce, da Ravenna linea Ravenna-Faenza.

 

Tutti al Podere Pantaleone museo didattico all’aperto

Visite a maggio solo domenica e nei festivi

A pochi chilometri dal centro, il Podere Pantaleone è un vero e proprio museo didattico all’aperto: un’area di riequilibrio ecologico e ambientale che si estende per sei ettari e in cui l’intervento dell’uomo è limitato alla zona prospiciente l’ingresso. Nell’area si sono sviluppate la flora e la fauna tipiche delle zone di pianura, dando vita a un habitat di grande interesse ambientale. Al suo interno sono visibili veri e propri imperdibili spettacoli della natura: il pioppo nero e quello bianco, l’olmo, il salice, la farnia, l’acero campestre, il gelso e tanti vari arbusti come biancospino, sambuco nero, sanguinella, rosa canina. Durante l’inverno e la migrazione, il podere diventa rifugio per molte specie di uccelli tra cui l’usignolo, l’upupa, la gazza, l’assiolo, la civetta, il gufo, il barbagianni. Per tutto il mese di maggio il Podere, acquistato dal Comune di Bagnacavallo, è visitabile solo domenica e nei festivi dalle 14.30 alle 18.30. Negli altri giorni solo su appuntamento.

Info: www.comune.bagnacavallo.ra.it

 

 

Camminare nella casa delle farfalle

L’emozione di passeggiare circondati da tante farfalle colorate da cui farsi sfiorare. Succede a Milano Marittima con la Casa delle Farfalle & Co. Si tratta di un parco educativo, originale e innovativo, con una serra tropicale di oltre 500 metri quadrati dove, anche nel mese di maggio, camminare circondati dal volo di centinaia di farfalle tropicali dai colori più spettacolari e variopinti.

Info: www.atlantide.net

 

 

La bellezza dei mosaici di San Nicolò

Nella bella cornice del Complesso di San Nicolò di Ravenna è ospitata “Tamo. Tutta l’avventura del mosaico”, mostra permanente tutta sull’arte musiva. Anche a maggio un affascinante percorso museale accompagna il visitatore tra reperti eccellenti del patrimonio di Ravenna e del suo territorio, in parte inediti, d’epoca antica, tardoantica e medievale, fino alle produzioni moderne e contemporanee.

Info: www.tamoravenna.it

 

 

Nella Domus dei tappeti di pietra

Siamo in via D’Azeglio e qui ha visto la luce un complesso di strutture edilizie databili tra l’età romana repubblicana e il periodo bizantino. Di particolare interesse un palazzetto di cui sono stati individuati 14 ambienti e 3 cortili. Tutte le stanze dell’edificio, visitabili anche a maggio, sono pavimentate in tarsia di marmo o a mosaico. La Domus è stata insignita del Premio Bell’Italia 2004.

Info: www.domusdeitappetidipietra.it

 

 

 

Aperi… musica!

Ravenna Jazz 2017 propone anche quest’anno i concerti Aperitifs: appuntamenti pomeridiani nei locali del centro cittadino, sempre a ingresso gratuito. Per questa edizione viene confermata la formula di esibirsi in solo, talvolta con strumenti anomali per questo tipo di performance, e spesso con progetti ideati per l’occasione. Dal 5 al 14 maggio.

Info: www.erjn.it/ravenna

 

 

Il Festival

Si apre a maggio la 28esima edizione del Ravenna Festival dal titolo Il rumore del tempo, dedicata quest’anno al rapporto tra intellettuale e potere e ispirata alla Rivoluzione Russa del 1917. A partire da questa tematica – dal 25 maggio all’11 luglio – la città e tutta la sua provincia si animano di eventi legati a danza, cultura, musica e arte.

Info: www.ravennafestival.org

 

 

Sì, volare!

Fino al primo maggio i migliori aquilonisti dei cinque continenti, più di 200 provenienti da 33 paesi del mondo, si danno appuntamento lungo un km di spiaggia a Pinarella di Cervia per la 37esima edizione del Festival internazionale dell’aquilone. Presenti campioni di volo acrobatico, maestri del combattimento, del power kiting e del kite surf.

Info: www.festivalinternazionaleaquilone.com

 

La crudeltà nell’arte

Anche a maggio e fino al 4 giugno alla Galleria FaroArte di Marina di Ravenna è visitabile la  mostra “Hermann Nitsch. La crudeltà nell’arte”. La retrospettiva, che ricorre nel decimo anno dalla visita di Nitsch proprio a Marina di Ravenna, è stata curata in collaborazione con la Fondazione Nitsch di Vienna e la famiglia Nitsch.

Info:  www.capitra.it

 

Come arrivare a Bagnacavallo

Tra la strada provinciale San Vitale che congiunge Bologna a Ravenna e la strada provinciale Naviglio, le uscite autostradali sulla A14 sono Bagnacavallo, direzione Ravenna, e Faenza, a circa 12 km.