Festival di emozioni e luci con i monumenti della città

Magiche video proiezioni architetturali

Prosegue fino a domenica 7 gennaio Ravenna In Luce, percorso di visita e stupore per le vie del centro storico per ammirare le creazioni luminose, frutto della mente visionaria di artisti del video mapping. Video proiezioni architetturali rivestono di nuova luce palazzi, chiese, piazze e luoghi legati alla storia e alla memoria della città. Cuore della rassegna è Visioni di Eterno – Il trono d’Oriente, un progetto per la valorizzazione dei siti Unesco di Ravenna. Questa volta il protagonista è il Battistero degli Ariani, edificato dal sovrano Teoderico alla fine del VI secolo per servire la fede dei suoi Goti. In Piazza del Popolo, con il mapping Il cielo di Ravenna, il gruppo Prospectika illumina il Palazzetto Veneziano con ricordi e antiche suggestioni di viaggio di artisti venuti in visita a Ravenna nel corso del tempo. Poco più in là, nella vicina Piazza Kennedy, sui cinquecenteschi muri di Palazzo Rasponi Murat si può ammirare Luna, una produzione del festival Chartres en Lumières.

Info: www.comune.ravenna.it


Seguendo la cometa della bellezza

Itinerario alla scoperta di alcuni dei monumenti Unesco di Ravenna e dei suoi mosaici. Da quello raffigurante i cortei delle Vergini e dei Martiri della Basilica di Sant’Apollinare Nuovo alla coppia imperiale Giustiniano e Teodora all’interno della Basilica di San Vitale, fino al cielo blu cobalto di stelle dorate del Mausoleo di Galla Placidia. Ogni martedì, venerdì e domenica fino al 7 gennaio.

Info: www.ravennaincoming.it


La scultura in mosaico dalle origini a oggi

Il Museo d’arte della città di Ravenna ospita la mostra Montezuma, Fontana, Mirko. La scultura in mosaico dalle origini a oggi: un’esposizione di ampio respiro sul rapporto tra scultura e arte musiva per sondare e documentare la nascita, l’evoluzione e le differenti declinazioni di questo linguaggio da parte degli scultori a partire dagli anni trenta del Novecento. C’è la possibilità fino al 7 gennaio.

Info: www.mar.ra.it


Ritroviamoci al Rasi

La tradizione autentica del teatro popolare in dialetto romagnolo e amatoriale rivive nella rassegna Ritroviamoci al Rasi, appuntamento che dal 1981 anima le domeniche invernali di Ravenna con 18 spettacoli pomeridiani delle Compagnie amatoriali della Romagna. A gennaio C… come cappello, La Fameja d’imbarlé, L’udor di bajoc e Una valisa ad busej.

Info: www.capitra.it


Festa a Mirabilandia

Per la prima volta nella sua storia, Mirabilandia, il famoso parco di divertimenti di Ravenna, apre i suoi cancelli alla magia del Natale e dei giorni di inizio anno. Fino al 7 gennaio le attrazioni, addobbate in un tripudio di luci e festoni, regalano emozionanti avventure: fatine delle nevi, abitanti dei ghiacci, orsi, renne, foche e pinguini.

Info: www.mirabilandia.it


La Bottega degli Apocrifi

Per il secondo anno consecutivo i due teatri di Ravenna, il teatro Dante Alighieri e il teatro Luigi Rasi, uniscono le programmazioni in La stagione dei teatri, un cartellone volto al superamento della tradizionale separazione tra prosa e contemporaneo. Da giovedì 25 a domenica 28 gennaio al Dante Alighieri è in calendario La Bottega degli Apocrifi.

Info: www.ravennateatro.com


Più libri

Il Centro relazioni culturali di Ravenna organizza 6 incontri letterari a gennaio con la presentazione di libri dell’editoria nazionale e locale, di saggistica e di pubblicistica, con la partecipazione di autori e curatori, in collaborazione con le rispettive case editrici. L’ingresso è gratuito e a condurre gli appuntamenti ci pensa Anna De Lutiis.

Info: www.centrorelazioniculturali.it


L’Avaro

La Stagione del Teatro Goldoni propone anche quest’anno grandi nomi della prosa e della musica: Maria Amelia Monti, Simone Cristicchi, Alessandro Benvenuti, Paolo Cevoli, Ivano Marescotti e Francesco Tesei sono alcuni dei protagonisti che salgono sul palco della Piccola Scala di Bagnacavallo. Il 12 gennaio Alessandro Benvenuti presenta L’Avaro.

Info: www.accademiaperduta.it


Come arrivare a Bagnacavallo

Tra la strada provinciale San Vitale che congiunge Bologna a Ravenna e la strada provinciale Naviglio, le uscite autostradali sulla A14 sono Bagnacavallo, direzione Ravenna, e Faenza, a circa 12 km.


 

Un inizio del nuovo anno
all’insegna della cultura

Così Ravenna è pronta ad accogliere il 2018

Ravenna saluta l’arrivo dell’anno nuovo con tante iniziative tra divertimento e cultura. Il Capodanno da queste parti è un vortice di emozione, allegria e divertimento. Come da tradizione, l’arrivo del nuovo anno si festeggia in Piazza del Popolo con una grande festa animata dalla musica di Radio Studio Delta con i dj Yuri Maru e Mario Romario Voice e Vjing di Matteo Bevilacqua. Quest’anno, l’infinita serata del 31 dicembre è impreziosita dalle installazioni della rassegna Ravenna In Luce che vedono protagonisti il Battistero degli Ariani, il Palazzetto Veneziano, Palazzo Rasponi Murat e la basilica di San Giovanni Evangelista. Tantissimi i locali del centro storico aperti durante la notte per aperitivi, cene, veglioni e intrattenimento. La festa si sposta infine alle Artificerie Almagià, dove fino alle prime luci della mattina si può brindare al 2018 ballando a ritmo di musica. La città di Ravenna offre comunque molte opportunità culturali con aperture straordinarie dei suoi monumenti.

Info: www.comune.ravenna.it


Ai mercatini accanto alle bellezze Unesco

Come da tradizione, fino al giorno dell’Epifania sono diversi i mercatini organizzati lungo le vie del centro storico di Ravenna. Oltre alla possibilità di fare acquisti sotto le luci, i visitatori hanno l’occasione di visitare la città, camminando accanto ai monumenti Unesco tra le strade e le piazze affollate. Calore umano, atmosfera festosa, colori, suoni e profumi sono gli ingredienti a Ravenna.

Info: www.comune.ravenna.it


Lugo, prosa al Teatro Rossini

La stagione di prosa a Teatro Rossini di Lugo vede sul palcoscenico importanti nomi dell’universo teatrale, come Franco Branciaroli, Eugenio Allegri, Umberto Orsini, Pamela Villoresi, Claudio Casadio. Dal 12 al 14 gennaio va in scena Le Porenom (Cena tra amici) di Matthieu Delaporte e Alexandre de La Patellière con Alessia Giuliani, Alberto Giusta, Davide Lorino, Aldo Ottobrino e Gisella Szaniszlò.

Info: www.teatrorossini.it


L’antica arte della marionetta

Le Arti della Marionetta è una rassegna teatrale dedicata all’infanzia e alle famiglie. La manifestazione si svolge alle Artificerie Almagià di Ravenna proponendo spettacoli pomeridiani ideati dal Teatro del Drago o da altre compagnie impegnate con i burattini e le  marionette, ma sempre coinvolgendo centinaia di genitori e di bambini di età compresa tra i 3 e i 13 anni. Tre appuntamenti a gennaio.

Info: www.teatrodeldrago.it


Raccontando Dante

Un calendario di visite guidate per conoscere i luoghi danteschi della città di Ravenna. Un’occasione per ripercorrere le vicende del Sommo Poeta, l’esilio, la vita in città, la morte e la rocambolesca contesa per le spoglie, nonché gli interventi di valorizzazione del sepolcro susseguitisi nel corso dei secoli. Prossimo appuntamento sabato 20 gennaio.

Info: www.comune.ravenna.it


Ravenna Welcome

Un tour di due ore e mezza per andare alla scoperta del bel centro storico di Ravenna con una passeggiata in compagnia di una guida abilitata. A conclusione della visita è possibile degustare su richiesta un aperitivo in un locale del centro storico. L’itinerario prevede anche la visita alla Basilica di San Vitale e al Mausoleo di Galla Placidia.

Info: www.turismo.ra.it


Le stagioni dei piccoli

Cinque stagioni in una: tutte le attività che Drammatico Vegetale propone ai piccoli e alle famiglie riunite con Le stagioni dei piccoli. Un percorso che include performance, installazioni artistiche, incontri e laboratori rivolti sia ai bambini che agli adulti per condividere un momento di crescita. Tre appuntamenti a gennaio al Teatro Rasi di Ravenna.

Info: www.drammaticovegetale.com


Capire la musica

Torna a Ravenna la rassegna musicale Capire la Musica, quest’anno giunta alla terza edizione, proponendo una serie di concerti con alcuni dei migliori musicisti al mondo. A cura della Cooperativa Emilia Romagna Concerti di Ravenna. Domenica 28 gennaio Concerto in memoria delle vittime dell’Olocausto alle 11 al Teatro Dante Alighieri di Ravenna.

Info: www.erconcerti.com


Come arrivare a Lugo

Lugo, a 26 km da Ravenna, si può raggiungere in auto con la A14 uscita Lugo-Cotignola da Bologna, uscita Bagnacavallo da Ravenna, uscita Faenza da Rimini. O con la Provinciale 253 e la Statale 16 Reale