REGGIO EMILIA


La mostra “Castelli in aria” sulle tracce di Matilde
Strutture e paesaggi dalla grande bellezza

Castelli in aria, una mostra dedicata ai castelli reggiani e ai paesaggi di favola che fanno loro da sfondo. In questa terra ritorna prepotente la storia medievale e quella dei cammini d’Europa che lo attraversavano. Castelli in aria perché costruiti su colli o aguzzi speroni rocciosi per meglio difendersi e perché in essi si perde la fantasia e si scatena l’immaginario. Questo percorso espositivo nasce dalla collaborazione tra l’Associazione Amici di Matilde di Canossa e del Castello di Bianello e l’amministrazione comunale di Quattro Castella e trova la sua sede ideale nel castello di Bianello, situato su uno dei quattro colli simili a giganti affacciati sulla pianura , da cui il nome storico delle quattro castella. Il patrimonio esposto appartiene in grandissima parte alla collezione di Giuliano Grasselli, cultore di storia matildica e collezionista, ricca di oltre 900 opere tra quadri, stampe, incisioni, fotografie storiche, libri antichi e moderni e medaglie commemorative. La mostra è visitabile negli orari di apertura del castello di Bianello consultabili sul sito www.bianello.it fino al 24 settembre. Info: www.bianello.it

 

 


COME ARRIVARE A SAN MARTINO
Per San Martino in Rio a Reggio Emilia prendere la SS 468 direzione Correggio. Poi, all’altezza della località Fazzano, prendere la SP e seguire le indicazioni per San Martino in Rio. Dall’uscita A22 fino a destinazione.


A Scandiano

Il Comune di Scandiano continua il suo incessante programma per la promozione e la valorizzazione del patrimonio e permette di visitare la Rocca dei Boiardo sia con ingresso libero e sia con accompagnamenti guidati. Risalente al XII secolo, domina il centro storico ed è un monumento di grande valore storico che non a casa attrae visitatori sia dalla stessa Emilia Romagna e sia dal resto d’Italia. Info: www.terradelboiardo.it


Lo scavo in piazza: ben 113 reperti

La mostra archeologica mette in esposizione 113 reperti archeologici di epoca romana e medievale emersi nel corso di interventi in spazi pubblici, come piazza della Vittoria, ed edifici privati di pregio, come Palazzo Busetti, Palazzo del Carbone, via Guido Riccio da Fogliano, via Filippo Re, a Reggio Emilia. A questi si aggiungono reperti rinvenuti nel corso di interventi negli anni Cinquanta. Info: www.musei.re.it


La pittura dal ‘900 a oggi

Esposizione di 500 opere per un totale di 146 artisti, come prima tappa del progetto Prove generali di Museo che fino al 2018 accompagna la definizione di nuovi contenuti, allestimenti e restauro dello storico Palazzo dei Musei di Reggio Emilia. Si tratta di oltre 600 metri quadrati di superfici in un arco cronologico che va dal 1929, data dell’inaugurazione della Pinacoteca Fontanesi, fino a oggi. Info: www.musei.re.it

 


Psichiatria italiana: luoghi della memoria

Dalla memoria di un luogo accuratamente recuperato e dalle testimonianze di un patrimonio unico emerge la storia della psichiatria italiana, letta attraverso le vite di pazienti e medici dell’Ospedale Psichiatrico di Reggio Emilia. Le visite guidate sono un viaggio tra le scoperte della scienza psichiatrica per un’esperienza assolutamente da non perdere. Info: www.musei.re.it


Soli Deo Gloria

Prosegue la valorizzazione dei luoghi e dei preziosi strumenti musicali conservati nelle chiese del centro storico della città e in provincia con i concerti d’organo Soli Deo Gloria. Domenica 13 agosto – a Giandeto, nella Chiesa della Conversione di San Paolo – è il turno della mezzosoprano Margarita Swarczewskaja e di Enrico Presti all’organo, con musiche di Frescobaldi, Händel, Cherubini e Pärt. Info: www.solideogloria.eu


Cinema d’estate

Prosegue anche nel mese di agosto la rassegna Cinema estivo 2017 a Reggio Emilia. Le proiezioni sono in programma presso l’Arena Ex Stalloni, via Samarotto 10/E. Tra i prossimi appuntamenti ci sono La ragazza del treno (2 agosto), La tartaruga rossa (3 agosto), Elle (4 agosto), La tenerezza (5 agosto)Info: www.arcire.it


Rocca Estense

La Rocca Estense di San Martino in Rio, dopo essere stato distrutta da Federico Barbarossa nel 1167, fu ricostruita con poderose torri. Oggetto di nuovo e accurato restauro, ospita la Biblioteca Comunale e il Museo dell’Agricoltura e del Mondo Rurale. Nei giorni feriali è visitabile su prenotazione. Info: www.comune.sanmartinoinrio.re.it


L’Ossessione dello sguardo Zavattini incontra Ligabue
In mostra a Palazzo Bentivoglio a Gualtieri

Cinquanta opere di Antonio Ligabue, 120 quadri di Cesare Zavattini accanto a un ricco e qualificato patrimonio documentale, ci raccontano di due tra i più grandi artisti italiani del 900, entrambi artisti della Bassa Reggiana e uomini del Po. Ligabue e Zavattini, due geni artistici in cui le diversità si intrecciano con le affinità. Tanto uomo primitivo, istintivo e selvaggio Toni, quanto uomo dalla forte socialità Za. Ma entrambi irregolari, non catalogabili sia dal punto di vista artistico sia umano. La loro vita non è un’opera d’arte inferiore alle loro più belle produzioni artistiche. Ligabue e Zavattini sono ossessionati dagli occhi, dallo sguardo. Ligabue guarda se stesso trasfigurato in una tigre, Zavattini scruta insistentemente il proprio volto: non a caso per entrambi l’autoritratto è una delle espressioni artistiche più coltivate. “L’ossessione dello sguardo” a Gualtier, Palazzo Bentivoglio, Salone dei Giganti, Piazza Bentivoglio. Fino al 12 novembre (chiuso dal 31 luglio al 17 agosto). Info: www.comune.gualtieri.re.it


Continua Tutto Tondo

In mostra a Reggio Emilia Tutto Tondo: sculture dal 900 a oggi nelle collezioni dei Musei. Si tratta della seconda parte del progetto espositivo Prove generali di Museo dedicata al patrimonio delle sculture e installazioni: 90 artisti e 203 opere, provenienti dai depositi dei Musei Civici e da anni non visibili al pubblico. Presso il Palazzo dei Musei, via Spallanzani 1. Il nuovo percorso trova nel Portico dei Marmi, collezione di memorie della scultura cittadina, il suo naturale luogo di sviluppo. Per gli appassionati di arte e di bellezza. Fino al 3 settembre. Info: www.musei.re.it


COME ARRIVARE
Per arrivare a Guastalla da Reggio Emilia prendere la SP 63, superare Sesso, Cadelbosco di Sopra, proseguire fino a Gualtieri, quindi fino a Guastalla. Da Parma prendere la SP 62, seguire per Sorbolo, Bresciello, Gualtieri.


Sotto le stelle

Prosegue a Guastalla l’iniziativa Cinema sotto le stelle 2017 con proiezioni alle 21.30 nel cortile delle scuole elementari di via Andrea Costa. Tra l’altro mercoledì 2 agosto è in programma Amici Miei, lunedì 7 agosto Miss Peregrine, mercoledì 9 agosto Pride, lunedì 14 agosto Il Drago Invisibile. Info: www.comune.guastalla.re.it


A spasso per antichi borghi rurali

Il Castello di Canossa si innalza isolato su una roccia arenacea al centro di una vasta distesa di colli, delimitata a ovest da un incantevole teatro calanchivo nel basso Appennino reggiano. Visitabile ad agosto, domina la valle dell’Enza, a tre chilometri a ovest di Canossa.
Si tratta dunque di una possibilità per scoprire il territorio. Il Castello ospita tra l’altro il Museo Naborre Campanini. Info: www.castellodicanossa.it

 

 

 


Guastalla: piante e animali perduti

Mostra mercato di varietà tradizionali di frutti, fiori, ortaggi, sementi e razze di animali rurali. Per due giorni, 23 e 24 settembre, le vie e le piazze della città di Guastalla si trasformano in un immenso campionario di biodiversità con antiche e dimenticate varietà di piante da frutto e ornamentali, ortaggi, sementi e antiche razze di animali domestici e da allevamento. Dal mattino al tramonto. Info: www.pianteeanimaliperduti.it


Festa dell’uva

La festa popolare dedicata all’uva, dal 13 al 17 settembre, è una bella occasione per visitare la cittadina di Castellarano, sulla riva sinistra del fiume Secchia, con il suo ampio centro storico ben conservato, angoli di interesse monumentale, la cinta muraria, la Rocchetta, il Castello e le Chiese. Info: www.proloco-castellarano.org


Fiera della zucca

Due interi fine settimana di settembre sono dedicati a Reggiolo alla zucca, uno dei piatti base della cucina della Bassa reggiana. Specialità gastronomiche a base di zucca possono essere degustate nei ristoranti e presso i punti ristoro sia a cena (16 e 23 settembre) che a pranzo (17 e 24 settembre). Info: www.emiliaromagnaturismo.it


 

MODENA


Sogni di mezza estate tra cene, fiabe e spettacoli
La tradizione popolare va in scena in città

Incontri, sapori, fiabe, cene e spettacoli nella rassegna dei Musei Civici di Modena, fino al 31 agosto all’interno della cornice di Palazzo dei Musei. Va in scena la tradizione popolare con le suggestioni del teatro, i bagliori della vita nei campi e la sapienza dei mestieri, tra arte e sapori.
La rassegna prevede una serie di appuntamenti per grandi e piccoli collegati alla Gipsoteca “Giuseppe Graziosi” e al teatro di figura con burattini, marionette, pupazzi e oggetti. Giovedì 3 agosto, alle ore 21.30 a Savignano sul Panaro, piazzetta del Borgo medievale, è in programma “Io, Giuseppe Graziosi mi racconto”, con Tony Contartese. Un ritratto dell’artista attraverso le lettere scritte agli amici e ai benefattori. Un viaggio per ripercorrere i luoghi in cui Graziosi scrisse e realizzò alcune opere tra Firenze, Roma e Parigi durante il suo percorso formativo per conoscere pagine di vita. In collaborazione con Musei Civici di Modena e Associazione Amici dei Musei e dei Monumenti Modenesi. Info: www.museicivici.modena.it

 


Torre, palazzo o… entrambi?

Nella Torre della Ghirlandina e alle Sale Storiche del Palazzo Comunale. Grandi e piccoli possono visitare questi luoghi storico-artistici del centro di Modena e saperne di più attraverso momenti di approfondimento, ludici e teatralizzati. La possibilità viene concessa anche nel mese di agosto e nei giorni estivi secondo il calendario di entrate. Info: www.comune.modena.it


Sapori di un tempo a Castelfranco

C’è un appuntamento da segnare in agenda tutte le settimane di agosto. È quello del sabato pomeriggio con Bio c’è. Si tratta del mercato contadino bio-solidale in Piazza Aldo Moro a Castelfranco Emilia. Dalle 16 alle 19 è possibile scoprire l’agricoltura naturale locale e quella migrante e solidale, ma soprattutto assaggiare i sapori di un tempo. Info: www.comune.modena.it


Stelle e Ferrari

Driving with the Stars è la mostra che accompagna il visitatore alla scoperta dei momenti in cui la vita di un personaggio straordinario e la storia della Ferrari si sono incrociate. Al Museo Enzo Ferrari di Modena va in scena un viaggio che attraversa luoghi di potere e serate mondane, frequentate dallo star-system e dal jet set internazionale. Info: www.musei.ferrari.com

 

 

 

 


BioPomposa

Mercatino di prodotti agricoli bio riservato ai produttori agricoli che operano in agricoltura biologica e sono in possesso di certificazione di uno degli enti regolarmente riconosciuti dal Ministero delle Politiche Agricoli. Succede a Modena, in Piazza Pomposa, tutti i martedì di agosto dalle 7 alle 14 e il sabato dalle 8 alle 14. Info: www.comune.modena.it


Carità e felicità

Porte aperte per visitare la mostra “Lodovico Antonio Muratori. Dalla Carità cristiana alla Pubblica felicità” all’Archivio di Stato di Modena fino al 30 settembre. Il percorso affronta il tema dell’impegno del Muratori e le sue risoluzioni sulle questioni assistenziali in un equilibrio tra etica cristiana e il riconoscimento delle funzioni che spettano al principe. Info: www.asmo.beniculturali.it


COME ARRIVARE A CASTELFRANCO EMILIA
Per Castelfranco Emilia da Modena, strada statale Via Emilia Est in direzione Bologna-Rimini. Da Borgo Panigale, statale 9 in direzione Modena, oltrepassando i centri abitati di Lavino di Mezzo, Ponte Samoggia e Cavazzona.


Toccafondo

C’è tempo fino all’8 agosto per visitare la mostra personale di Gianluigi Toccafondo alla Palazzina dei Giardini della Galleria Civica di Modena l. Nelle cinque sale sono allestite oltre 1.000 opere che ripercorrono l’attività artistica legata alla produzione di animazioni. In mostra diverse serie di disegni.  Info: www.comune.modena.it


Al museo

Torna l’appuntamento con l’iniziativa Domenica al museo ovvero la possibilità di visitare i principali musei di Modena e provincia e ammirare le preziose collezioni d’arte con ingresso gratuito per tutti. Si tratta di un evento che riscuote sempre molto successo tra cittadini e turisti. Qualche opzione? Il Museo della bilancia a Campogalliano o le Gallerie estensi al Palazzo ducale di Sassuolo. Info: www.beniculturali.it


Il paesaggio a Mutina Biolche e antiche colture
In esposizione anche strumenti tradizionali

Il paesaggio nel territorio di Mutina. Biolche, libbre e antiche colture. Alla ricostruzione dell’ambiente agricola si affianca una sezione con gli strumenti tradizionali per misurare la terra e pesare i preziosi prodotti della terra. Parte di questa mostra a Villa Sorra, a Castelfranco Emilia, si basa sulle informazioni che provengono dalle indagini archeobotaniche riguardanti la colonia di Mutina e il suo territorio dalle quali è possibile trarre interessanti indicazioni sia sul rapporto uomo-piante che sul paesaggio naturale della zona. Sono descritti diversi ambienti e coltivazioni presenti durante tutte le fasi del periodo romano: il paesaggio agrario, i cereali, i legumi, la piantata, l’incolto, le greggi. Accanto a questa sezione è appunto presente una significativa esposizione di strumenti tradizionali per la pesatura dei prodotti agricoli e la misurazione del terreno, appartenenti al Museo della Bilancia di Campogalliano e alla Raccolta della Vita contadina di Villa Sorra. Fino al 29 ottobre. Info: www.villasorra.it


“Bai nait” alla scoperta della bellezza

Prosegue anche ad agosto la V edizione di Modena bai nait, dedicata all’anniversario della città sito Unesco 1997-2017. In calendario visite alla città con temi conduttori sempre differenti per un tuffo nella storia dall’epoca villanoviana all’unità d’Italia. Esperti di storia dell’arte, di letteratura e archeologia accompagnano i partecipanti in rinfrescanti percorsi serali nelle notti d’estate.  Info: www.larosenoire.it


Cartoline storiche da Campogalliano

La raccolta che Ermanno Zanotti dedica al suo paese natale, Campogalliano, copre gli anni che vanno dalla nascita della cartolina illustrata all’epoca contemporanea, spaziando dalla cartolina vedutistica a quella commerciale. La mostra permette di ripercorrere le tappe di questo oggetto oggi dimenticato, ma che per un secolo ha veicolato i “saluti e baci” di intere generazioni. Fino al 24 settembre. Info: www.museodellabilancia.it


Il Ferragosto si passa in Torre

Due in uno, solo nel giorno di Ferragosto. Visita guidata coordinata alla Torre e alle Sale del Palazzo Comunale per un affascinante viaggio alla scoperta del cuore storico di Modena. L’iniziativa ha inizio alle ore 14.30 con partenza dalla Torre. Proprio a fianco dell’abside del Duomo, con i suoi 89,32 metri, si proietta verso l’alto la torre Ghirlandina, il simbolo della storica città di Modena. Info: www.visitmodena.it


COME ARRIVARE CAMPOGALLIANO
Per Campogalliano, da Modena percorrere la strada per Carpi SP413 in direzione Carpi, poi immettersi sulla SP13 in direzione Campogalliano. Da Nord percorrere l’A22 del Brennero e uscire al casello di Campogalliano.


Qui ciclismo

Per tutti gli appassionati delle due ruote tornano il 5 e il 12 settembre le Serate ciclistiche al Novi Sad, organizzate da Acsi ciclismo di Modena e da Uisp Lega ciclismo, con il patrocinio del Comune. Complessivamente sono 14 gli appuntamenti in programma, tra cui la quarta Crono a squadre di Modena che ha visto un gran successo di partecipazione. Info: ciclismo.uispmodena.it


I mercatini

Artisti e artigiani di alto livello, provenienti da tutta Italia, espongono le loro creazioni: ceramiche, burattini intagliati a mano, giocattoli di legno, gioielli e bigiotteria, lampade, passamanerie, sculture, oggetti in pasta di sale. L’appuntamento con i mercatini di Borgo Sant’Eufemia e Contrada Carteria a Modena è il 16 e il 17 settembre. Info: www.comune.modena.it


Campagna in città

Si rinnova il mercato del contadino, capace di esibire beni di alta qualità perché arrivano al consumatore direttamente dal produttore. Il mercato si tiene al Parco Ferrari ogni venerdì del mese di agosto dalle ore 14 alle 20 e al Parco Novi Sad ogni la domenica del mese (20 agosto) dalle 8 alle 14, in concomitanza con il mercato straordinario. Info: www.comune.modena.it


Una città di mandolini

All’interno del cartellone di iniziative “Incontri – Musica e Mondo” si rinnova la rassegna Modena, città di mandolini, giunta alla sesta edizione, con 10 appuntamenti complessivi in più luoghi della città. Punto in comune è la presenza dello strumento del mandolino, alcune volte in primo piano e altre in cui è un versatile accompagnatore della voce. Info: www.ottocorde.it