Rievocazione a Quattro Castella nell’ultima domenica di maggio

Tra gli eventi in programma una straordinaria visita in notturna

Ogni anno, l’ultima domenica di maggio, Quattro Castella rievoca un importante episodio della storia d’Europa che avvenne a Bianello tra il 6 e il 10 maggio dell’anno 1111. L’Imperatore Enrico V, figlio di quell’Enrico IV che nel gennaio 1077 ottenne il famoso perdono di Canossa da Papa Gregorio VII per intercessione della Contessa Matilde, venne a Bianello e incoronò la Gran Contessa vice regina vicaria d’Italia. Donizone, cronista dell’epoca, ci ricorda che questo fu il primo passo verso il Concordato di Worms. La cerimonia ebbe luogo sul sagrato della chiesa, a due passi da dove avviene l’odierna manifestazione. Centinaia di comparse nei tradizionali costumi medievali si danno così appuntamento ai piedi del castello di Bianello, nella località di Quattro Castella, per dar vita alla spettacolare rievocazione, alla sua 52esima edizione. Il Corteo storico matildico è stato però interrotti negli anni dal 1972 al 1984. Attualmente la manifestazione è organizzata dal Comitato matildico, composto da 26 volontari castellesi. Il Comitato organizza infattila manifestazione dal 1984, anno della ripresa del Corteo dopo quasi 10 anni di interruzione. L’appuntamento è dal 24 al 27 maggio 2018.
Info: www.corteomatildico.it


LA FIERA

Riciclo creativo e usato domestico

A Remida si promuove l’idea dei rifiuti come risorse e si offrono materiali alternativi e di recupero, ricavati dagli scarti della produzione industriale e artigianale.
A Reggio Emilia il 13 maggio 2018 dalle 8.30 alle 18.30 in piazzale Europa e al Centro internazionale Loris Malaguzzi, via Bligny 1/A.
Info: www.remida.org


A TEATRO

Sestetto di fiati con pianoforte

Il Teatro comunale Ruggero Ruggeri di Guastalla ospita il 5 maggio, il concerto di Giovanni Mareggini (flauto), Luca Vignali (oboe), Massimo Fornasari (clarinetto), Franco Fusi (fagotto), Imerio Tagliaferri (corno), Giampiero Gallo (pianoforte). Musiche di Mozart, Beethoven e Poulenc.
Info: www.comune.guastalla.re.it


TRA INCONTRI LETTURE E MUSICA

FestivaLove: innamorati nella città di Scandiano

Il tema portante della quarta edizione del FestivaLove 2018 di Scandiano? L’amore naturalmente, declinato in tante forme tra appuntamenti, incontri, letture e musica. Ed è in programma, come sempre, nell’ultimo fine settimana di maggio, aprendo il calendario delle manifestazioni estive di tutta la provincia reggiana. Come nell’edizione dello scorso anno, viene replicato il format che prevede una intera settimana di eventi, Aspettando FestivaLove, che accompagnano il pubblico verso il gran finale e clou della manifestazione da venerdì 25 a domenica 27 maggio. Un appuntamento al giorno, da sabato 19 a giovedì 24 maggio, nelle scuole, nella Rocca dei Boiardo, al cinema-teatro Boiardo, nelle sale polivalenti, nelle zone sportive e nelle palestre, per creare l’atmosfera e prepararsi a vivere una tre giorni sempre più ricca di eventi e iniziative. Tra gli ospiti la filosofa Michela Marzano.
Info: www.festivalove.it


ARTE CONTEMPORANEA

Il giardino di Lutz & Guggisberg

Il giardino è il nuovo progetto ideato e realizzato da Lutz & Guggisberg per la Collezione Maramotti a Reggio Emilia.
Prima personale in una istituzione italiana del duo di artisti svizzeri, la mostra è organizzata in occasione del festival di Fotografia Europea 2018, dal titolo “Rivoluzioni.
Ribellioni, cambiamenti, utopie”. L’esposizione si sviluppa in un percorso di ben cinque sale e presenta oltre trenta fotografie di formati diversi montate su pannelli e con interventi pittorici, insieme ad agglomerati di oggetti di recupero selezionati dagli artisti in alcuni magazzini.
Cabine, attrezzi da lavoro, tavoli, sedie, vasche di plastica dai colori sgargianti, cassette, tubi di gomma: nelle fotografie tutto sembra divelto e ribaltato da un apparente uragano appena trascorso, l’atmosfera visiva post apocalittica delle scene rimanda al passaggio recente di una presumibile catastrofe naturale.
Info: www.collezionemaramotti.org


Face To Face: il confronto tra collezioni e galleristi

Protagoniste gli spazi Fontanesi e Parmeggiani

L’esigenza di una collocazione temporanea ai più importanti dipinti della Galleria Fontanesi diventa una buona occasione per una proposta espositiva di confronto con le opere dell’altra galleria d’arte civica, la Galleria di Anna e Luigi Parmeggiani di Reggio Emilia. L’una, la Galleria intitolata ad Antonio Fontanesi, conserva il patrimonio artistico legato alla città, frutto di numerosi episodi di committenze, donazioni, acquisizioni strettamente legate a Reggio Emilia e al territorio. L’altra, la Galleria inaugurata da Luigi Parmeggiani nel 1934, è il frutto delle sue frequentazioni del mondo artistico-antiquariale europeo di fine Ottocento, tra eccellenze e valori consolidati, riappropriazioni e ricostruzioni, oggi legittimate dal passare dei secoli. Face To Face accosta dipinti diversi per scuola pittorica, provenienza geografica, epoca e stile. Può essere il soggetto a unirli, anche se con opposte interpretazioni, oppure un dettaglio iconografico, a volte l’impaginazione dello spazio, altre un riferimento storico. L’accostamento stimola in ogni caso nuovi sguardi, insospettate curiosità dove la storia dell’arte deve lasciare il posto allo studio delle tradizioni, dei costumi, o lasciarsi guidare da assonanze visive. Non si cerchi tra queste relazioni la filologia ma piuttosto la fascinazione, si individuino i dettagli, le analogie e le differenze. I dipinti della Galleria Fontanesi, corpi estranei nel delicato equilibrio della Parmeggiani, si immergono per la prima volta nella sua penombra per mostrarsi, nella loro evidenza e nel rapporto con gli altri, completamente nuovi.
Info: www.musei.re.it


L’INIZIATIVA

Una speciale Notte europea dei Musei

Aperture straordinarie dei musei di Reggio Emilia il 19 maggio. Ma anche animazioni per famiglie, installazioni e iniziative speciali.
Visite guidate e partecipazione con tariffe a ingresso gratuito. Appuntamento anche quest’anno con la Notte europea dei Musei al Palazzo dei Musei, via Spallanzani 1.
Info: www.musei.comune.re.it


LE ROVINE

Regium Lepidi  underground

Nel cuore di Reggio Emilia, tre metri e mezzo sotto la città moderna, la sede Credem di Via Emilia San Pietro 6 custodisce le rovine dell’area del foro romano dell’antica Regium Lepidi. La mostra dedicata invita a visitare i resti di un intero isolato dell’antica città romana. Il primo e il terzo sabato.
Info: www.2200anniemilia.it


SONO IN PROGRAMMA BEN DIECI SERATE AL TEATRO ASIOLI

Grande musica con il jazz-sinfonico

Una maratona jazz da guinness: quasi cento giorni di programmazione con oltre 65 concerti che coinvolgono più di 500 artisti. Questo è l’identikit di Crossroads, il festival itinerante in tutta l’Emilia-Romagna, la cui 19esima edizione sarà on the road fino al primo giugno. Una giostra in continuo movimento: un po’ ruota panoramica sugli stili musicali (predomina il jazz, ma lo sguardo è sempre aperto sulle più varie musiche improvvisate, le contaminazioni etniche o elettroniche), un po’ montagne russe lungo le strade emiliane (il festival transiterà in una ventina di città, percorrendo migliaia di chilometri dalla prima all’ultima tappa). E a coronamento di questa enciclopedica programmazione arriveranno ben dieci serate al Teatro Asioli di Correggio. Oltre al citato concerto jazz-sinfonico con Mauro Ottolini, questo festival nel festival (Correggio Jazz, appunto) esplorerà le produzioni più innovative della musica improvvisata, con spazio anche per nomi storici e ospiti internazionali.
Info: www.crossroads-it.org


ON THE ROAD

La Via Emilia  in esposizione

Per Reggio Emilia è questa l’occasione per riflettere sulla Via Emilia.
L’evento espositivo caratterizza nel suo insieme il Palazzo dei Musei con oltre 400 opere provenienti da importanti musei nazionali o presenti nelle collezioni della città, e un allestimento curato dall’architetto Italo Rota.
Info: musei.comune.re.it


SU IL SIPARIO

In scena “Il campo  dei miracoli”

Proseguono gli spettacoli teatrali e musicali al Teatro Franco Tagliavini di Novella. Il 13 maggio va in scena Il campo dei miracoli, ispirato a Pinocchio di Carlo Collodi. Scritto e diretto da Matteo Carnevali, un accento particolare è posto sul rapporto tra il burattino di legno e il suo creatore.
Info: www.teatronovellara.it